Metodologia

I dati di base sono costituiti sia dagli studi, dalle indagini e conoscenze pregresse, sia da appositi rilievi di campo.

Riguardo i dati pregressi sono state raccolte testimonianze dagli esperti locali ed è stata effettuata una raccolta del materiale e delle pubblicazioni disponibili. Sono state raccolte ed esaminate otto tra pubblicazioni e rapporti e sono stati contattati oltre dieci esperti locali. Le informazioni raccolte sono state successivamente organizzate in ambito GIS.

Le indagini di campo sono state condotte tramite immersione subacquea e immersione di telecamera al traino. Complessivamente sono state realizzate otto giornate di rilievo nei mesi di febbraio, marzo, aprile e maggio.

Il lavoro è stato svolto da Giovanni Torchia (biologo marino e Project Manager della Golder) e da Egidio Trainito (esperto di biologia marina e fotografo professionista) con il supporto di Francesco Pititto (staff Golder), Cecilia Amosso e Gabriele Domini (staff Golder) per le attività di elaborazione dei dati pregressi disponibili e Sergio Pisano (Operatore Tecnico Subacqueo) per l’esecuzione dei rilievi di campo.

Il primo prodotto di valorizzazione che consiste in un pannello esplicativo le caratteristiche generali dell’area marina è stato realizzato in collaborazione con la società Amapola srl, specializzata in comunicazione ambientale.